Vai al contenuto

Primary: Sky Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Secondary: Sky Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Pattern: Blank Waves Squares Notes Sharp Wood Rockface Leather Honey Vertical Triangles
Benvenuti sul pizzarock
Registrati ora per avere accesso a tutte le funzionalita' della piattaforma. Una volta che ti sarai registrato ed avrai effettuato il login potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo, e molto altro!

Se sei un utente registrato, entra - altrimenti crea gratuitamente un account ora!
Foto

Michael Clarke Duncan: destino beffardo come per Coffey!


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Francesco

Francesco

    Veterano

  • Amministratore
  • 1661 posts
  • 346 topics
    • Tempo Online: 4g 18h 49m 24s
  • LocalitàRoma
Donatore

Michael Clarke Duncan… Nonostante non conosciate la sua biografia, vi basterà guardarlo in volto per riconoscere le fattezze di quel gigante buono che aveva commosso ed esterrefatto in un capolavoro del cinema del 1999, Il Miglio Verde. Il film era una commistione di visionarismo e dura critica contro la pena di morte, ancora in vigore in alcuni stati degli Usa, che condanna a morte anche senza l’evidenza della prova! Coffey, era questo il personaggio ritardato, sensibile e sfortunato che l’attore Michael Clarke Duncan aveva interpretato con pathos. L’avevano accusato di aver ucciso due gemelline e per questo era destinato al braccio della morte. Ma la realtà era tutt’altra cosa e gli spettatori la scoprono passo passo, mentre restano stupefatti dalle capacità miracolose di quest’uomo buono che va incontro ad un destino ingiusto.


Immagine inserita


E come in un beffardo gioco del destino, quell’uomo buono è davvero andato incontro ad un destino ingiusto. Michael Clarke Duncan era stato ricoverato lo scorso 13 luglio per un infarto ed oggi, dopo aver lottato tra la vita e la morte, è passato a miglior vita, proprio come il gigante buono che l’ha reso noto nel mondo fittizio del cinema. Il cuore di Michael Clarke Duncan non ce l’ha fatta ed, adesso, i cari ed il mondo del cinema lo piangono tristemente.


Immagine inserita


A volte il cinema sembra predestinare la storia personale dei suoi protagonisti, come se quell’occhio costruito sulla vita fosse uno specchio dell’anima, un faro sul destino. La triste sorte di Coffey, sentita come ingiusta dallo spettatore e pianta con amarezza è toccata anche a quest’attore dalla voce profonda e riconoscibile, e morire a 54 anni sembra altrettanto ingiusto ed insensato.
Ci sono ruoli che restano nel cuore prima ancora che nella memoria. E il volto piangente ed illuminato di Coffey resterà per sempre tra i volti più emozionanti del cinema, protagonista di quelle scene che ci fanno esclamare: “Questo sì che è un capolavoro senza tempo…”. Il Miglio Verde era l’ultima speranza prima della condanna a morte. Una morte che la celebrità riesce, in qualche modo, ad ottemperare.



Immagine inserita






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi